Archivio tag: relazioni

L’indagine clinica secondo l’approccio sistemico relazionale

relazioneL’indagine clinica, che sceglie un certo tipo di domanda e le ipotesi che il terapeuta formula e condivide con la famiglia, costituiscono degli input che introducono dei cambiamenti all’interno del sistema.

 

La nostra definizione (della situazione) è essa stessa un intervento che, introducendo un fattore nuovo, trasforma la situazione, la quale esige così di essere nuovamente definita. In qualsiasi momento particolare, nel processo del discernere, della diagnosi, noi vediamo le cose in un modo particolare, che ci conduce a formulare una definizione provvisoria, soggetta a revisione alla luce delle trasformazioni che questa stessa definizione induce, sia nella visione del passato si in quella del futuro“ (Laing, 1973).

  Continua a leggere

La diagnosi relazionale

peanuts relazioniBoscolo e Bertrando definiscono la diagnosi come un “processo valutativo in evoluzione connesso ricorsivamente all’effetto terapeutico dell’indagine stessa del terapeuta su una o più persone considerate nel loro contesto relazionale ed emotivo. Essa si identifica con le ipotesi che vengono fatte a mano a mano che il processo terapeutico procede“ (Boscolo, Bertrando, 1996, p.54-55). Continua a leggere

La complessità  delle famiglie

Complessità La complessità  prima e fondamentale della famiglia risiede nell’associare al suo interno sia l’idea di unità , sia quella di diversità  e molteplicità , in quanto essa è un tutto che prende forma nello stesso tempo in cui si trasformano i suoi componenti. In tal senso è una unità  complessa e organizzata. La specificità  della famiglia risiede nella sua capacità  di organizzare relazioni e dare ad essa significati. L’organizzazione familiare è quella sistemazione di relazioni tra individui, che produce una unità  complessa, dotata di qualità  inesistenti al livello dei singoli componenti. Continua a leggere